Blog

Modifica imposte ipotecarie e catastali dal 1 gennaio 2014

Il de cuius è deceduto il 15 giugno 2013 e uno dei chiamati all'eredità intende richiedere l'applicazione dell'agevolazione prima casa.
A seguito delle novità legislative disposte dalla Legge n. 128 del 2013, quali importi devono essere versati? La Legge n. 128 dell'8 novembre 2013 (pubblicata nella G.U. n. 264 dell'11 novembre 2013) ha convertito in legge il D.L. n. 104 del 12 settembre 2013 il quale, all'articolo 26 ha disposto la modifica delle imposte di registro, ipotecaria e catastale dal 1 gennaio 2014.

L'articolo 26, comma 1, del D.L. 104/2013 dispone che gli atti assoggettati all'imposta di registro e tutti gli atti e le formalità direttamente conseguenti posti in essere per effettaure gli adempimenti presso il catasto ed i registri immobiliari sono esenti dall'imposta di bollo, dai tributi speciali catastali e dalle tasse ipotecarie e sono soggetti a ciascuna delle imposte ipotecaria e catastali nella misura fissa di Euro 50,00.
Ai commi 2 e 3 dispone inoltre che la modifica dell'importo delle imposte di registro, ipotecaria e catastale stabilito in misura fissa ad Euro 168,00 verrà elevato ad Euro 200,00 per gli atti giudiziari pubblicati o emanati, per gli atti pubblici formati, per le donazioni fatte e per le scritture private non autenticate a partire da tale data, per le scritture private non autenticate e per le denunce presentate per la registrazione alla medesima data, nonchè per le formalità di trascrizione, di iscrizione, di rinnovazione eseguite e per le domande di annotazione presentata a decorrere dalla stessa data.

Nella disposizione di legge sopra citata non c'è alcun riferimento al trasferimento di immobili per successione mortis causa.
Si ritiene che presumibilmente tale disposizione legislativa potrà essere applicata anche alle dichiarazioni di successione apertasi dal 1 gennaio 2014 ma al momento non si conoscono le modalità di applicazione e pertanto siamo in attesa di una Circolare da parte dell'Agenzia delle Entrate che definisca la prassi da seguire.

Ad oggi pertanto - in assenza di precisazioni ufficiali da parte dell'Agenzia delle Entrate - non sono stati modificati nel software CGN gli importi relativi alle imposte ipotecaria e catastale dovute.
Non appena l'Agenzia delle Entrate uscirà con chiarimenti in merito ne daremo comunicazione mediante Circolare Telematica.